The Walking Dead introduce un nuovo tipo di Zombi

Autore: Francesca Musolino ,
Copertina di The Walking Dead introduce un nuovo tipo di Zombi

Fin dal primo momento nel mondo di The Walking Dead, i sopravvissuti hanno dovuto convivere con una nuova realtà popolata da vaganti. Ovvero persone che dopo la morte si sono rianimate e sono diventate nemiche dei loro stessi simili. Con il passare del tempo, i personaggi hanno capito in fretta come arginare il problema, in quanto gli zombi hanno un comportamento prevedibile e ripetitivo

Ma cosa succede invece quando i vaganti rompono i loro soliti schermi e iniziano a comportarsi come i vivi?

Advertisement

Attenzione: di seguito sono presenti spoiler sull'episodio 11x19 di The Walking Dead.

Prodotto Consigliato ??? € da Amazon  

In viaggio verso Oceanside

Nel finale della seconda metà di stagione di The Walking Dead, Lance aveva conquistato le tre comunità nemiche e si era fermato a Oceanside con l'intenzione di giustiziare gli abitanti. Nei primi tre episodi della terza parte di stagione non è stato mostrato l'epilogo di quella decisione. Mentre nell'episodio 11x19 un piccolo convoglio composto da Aaron, Elijah, Lydia e Jerry si dirige verso Oceanside per mettere al corrente gli abitanti degli ultimi contrasti con il Commonwealth. Quindi negli episodi successivi probabilmente si saprà qualcosa riguardo al passaggio di Lance.

Lungo il tragitto Jerry si fa male a una gamba e così il gruppo decide di fare una sosta in una specie di comunità abbandonata. Mentre Aaron e Lydia sono di guardia, durante la notte accade qualcosa di totalmente inaspettato: nonostante prima di sistemarsi in quel luogo hanno chiuso bene tutto, i cancelli del posto si aprono e sopraggiungono decine di zombi

Aaron e gli altri non riescono a capire come è stato possibile, ma nel frattempo si mettono al riparo. Alcuni di quei vaganti sono in grado di arrampicarsi e di combattere come persone e l'unica spiegazione logica che il gruppo si riesce a dare, è che tra l'orda ci siano dei Sussurratori: ovvero gli antagonisti principali introdotti nella stagione nove della serie, che si nascondevano tra gli zombi indossando maschere fatte con la pelle di quest'ultimi.

Aaron ne uccide uno. Ma quando gli tira via la pelle dal volto, scopre che non è una maschera perché quello è realmente un vagante.

I vaganti si sono evoluti? 

Per quanto la situazione possa sembrare assurda, facendo mente locale questa non è la prima volta che nella serie si vedono dei vaganti in grado di compiere azioni ancora umane, come girare le maniglie delle porte, arrampicarsi su recinzioni o raccogliere oggetti da terra. 

Summer, la bambina zombi

Advertisement
AMC Studios
The Walking Dead - Bambina zombie con in mano un peluche

Il primo episodio di The Walking Dead inizia con Rick che va in cerca di benzina. Nel mentre si imbatte in una bambina zombi che si china per raccogliere un orsacchiotto come se fosse un suo giocattolo e poi si allontana. Rick la chiama "ragazzina" ma quando si volta, scopre che è un vagante. La bambina iniza a correre verso di lui per attaccarlo, ma Rick le spara un colpo di pistola alla testa e la abbatte per tempo.

Jenny, la moglie di Morgan

AMC Studios
The Walking Dead - Primo piano di Jenny Jones zombi

Nel primo episodio della serie Rick si risveglia dal coma e va in cerca della sua famiglia. In tale frangente incontra Morgan con suo figlio Duane, che lo mettono al corrente dell'epidemia iniziata mentre lui era in ospedale. Morgan spiega a Rick che i vaganti sono attirati dal rumore e quindi devono fare silenzio e stare al buio, quando alcuni di loro si avvicinano all'abitazione. Tra questi zombi c'è anche Jenny, la moglie di Morgan, che l'uomo non ha avuto il coraggio di abbattere dopo che è morta.

A un certo punto Rick guarda fuori dallo spioncino della porta per capire come si comportano i vaganti: Jenny si avvicina alla porta e inizia a girare la maniglia con insistenza, proprio come farebbe una persona per cercare di entrare. Oltre a essere il luogo in cui la famiglia Jones si è rifugiata all'inizio, quella casa è anche il posto in cui Jenny è deceduta e sembra quasi che lei abbia memoria di quell'abitazione.

I vaganti dei Grandi Magazzini di Atlanta

AMC Studios
The Walking Dead - Uno zombi cerca di rompere un vetro con una pietra

Nel secondo episodio della serie dopo che lo salva da un'orda, Glenn porta Rick dal suo gruppo che è rifugiato nei Grandi Magazzini di Atlanta. Il palazzo viene accerchiato da diversi zombi che si ammassano sulle porte dell'edificio: tra questi ne spicca uno con in mano una pietra, che sbatte contro il vetro per frantumarlo.

Advertisement

Advertisement
AMC Studios
The Walking Dead - Uno zombi scavalca una recinzione

Successivamente Rick e Glenn cercano un'altra via di fuga e raggiungono il parcheggio dove trovano un furgone con cui scappare insieme agli altri. Il luogo è circondato da una recinzione di ferro chiusa con lucchetto e catenaccio: mentre alcuni vaganti spingono contro la recinzione, uno di loro la scavalca e salta giù dall'altra parte.

Le varianti in World Beyond

AMC Studios
The Walking Dead: World Beyond - Uno zombi prende a pugni una porta

Nel finale di The Walking Dead: World Beyond, il secondo spin-off della serie madre, c'è una scena post-credit ambientata in Francia, che però non è direttamente collegata allo spin-off ma ad altri progetti futuri dell'Universo di The Walking Dead (TWDU). Nella scena in questione dentro un edificio di ricerca in disuso, si vede una donna che recupera dei vecchi hard disk (dispositivi di archiviazione dati) e li collega al suo computer portatile.

Sullo schermo compare il dottor Jenner, il ricercatore del Centro di Controllo Malattie di Atlanta che aveva scelto di morire durante l'esplosione programmata dell'edificio. Si tratta di un vecchio video registrato: ma dalle parole del medico, si scopre che all'inizio dell'epidemia in Francia si studiavano delle varianti del virus, ancora non pervenute in America. Inoltre tutto il suo discorso, l'ambientazione e la successiva entrata in scena di un altro personaggio, sembrano confermare che il virus è stato creato in quel laboratorio francese, forse per un errore e nel tentativo di sistemarlo, si sono create delle varianti.

In seguito arriva un poliziotto che da anni è sulle tracce di tutti i ricercatori che hanno lavorato in quell'edificio e uccide la donna, appena appura che ha fatto parte di quel team. Poco dopo la dottoressa si rianima, corre velocemente verso la porta della stanza e inizia a prenderla a pugni, come se fosse una persona che cerca aiuto per uscire da lì. 

Il ritorno delle varianti nella serie

Tutte le situazioni già viste nella prima stagione della serie, in cui alcuni vaganti compiono azioni da esseri umani, non si sono più ripetute nelle stagioni seguenti. Questo è avvenuto essenzialmente per due motivi. Da un lato visto che era la prima stagione si stava ancora sperimentando la rappresentazione degli zombie nel mondo apocalittico. Questo perché non si tratta dei classici mostri da film horror che escono dal terreno, ma di persone che hanno contratto una particolare malattia. 

Da un altro lato invece c'è da dire che nella prima stagione della serie lo showrunner era Frank Darabont. Il quale aveva idee innovative e diverse dalla storia originale del fumetto di The Walking Dead, da cui la serie è tratta. Cambiamenti che non sono mai stati ben visti dall'autore Robert Kirkman e che quindi si è poi deciso di eliminare

Con la continua espansione del franchising di The Walking Dead, è stato possibile approfondire determinate tematiche al di fuori della serie principale, senza andare così a intaccare la storia di Kirkman. Questa reintroduzione dei vaganti "umanizzati" proprio negli episodi finali di The Walking Dead, è infatti un tributo al pilot della serie. Ma è anche un pretesto per mostrarli di nuovo e fargli fare da ponte con i progetti futuri del TWDU a cui saranno collegati. Uno di questi molto probabilmente dovrebbe essere lo spin-off su Daryl in arrivo nel 2023, il quale è ambientato proprio in Francia ed è collegato alla scena post-credit di The Walking Dead: World Beyond.

Come si spiega l'assenza delle varianti nella serie per tutti questi anni?

Nella scena post-credit di The Walking Dead: World Beyond, il dottor Jenner attraverso il nastro registrato dice che in America non hanno mai visto delle varianti, ma invece il gruppo dei sopravvissuti nei primi due episodi ne incontra alcuni come abbiamo specificato sopra. Quindi com'è possibile?

L'attuale showrunner di The Walking Dead Angela Kang, in una conferenza stampa successiva al Comic-Con di San Diego di luglio 2022 ha definito questi particolari tipi di zombi come delle "varianti regionali". Ha spiegato che non sono presenti ovunque ma che allo stesso tempo, il fatto che il gruppo non li ha mai incontrati finora non significa che non esistono. Una spiegazione che Kang e Greg Nicotero, uno dei produttori esecutivi della serie, hanno anche puntualizzato in diverse interviste, come quella fatta con EW a settembre 2022.

La rivelazione di Aaron

AMC Studios
The Walking Dead - La mano di uno zombie che prova a scalvacare una recinzione

Nell'episodio 11x19 di The Walking Dead, il mattino successivo allo scontro con i particolari vaganti Aaron fa una rivelazione a Jerry:

Ci sono i vagabondi, gli appostati... abbiamo visto che alcuni di loro tornano nei posti di cui hanno memoria. Avevo sentito storie di vaganti che scavalcavano mura e aprono porte. Non ero certo che fossero solo storie. Ce ne saranno anche di altri tipi. Spero di no.

Parte di questa frase è già stata rivelata nel trailer di The Walking Dead 11 che ha preceduto la messa in onda della terza parte di stagione. Mentre la frase completa che Aaron dice dell'episodio 11x19, offre delle nuove informazioni. Ciò che dice Aaron, indica che nel tempo i sopravvissuti hanno classificato i vaganti in base al loro modo di comportarsi: i vagabondi che girano a vuoto, gli appostati che si muovono appena sentono qualcosa e coloro che tornano nei luoghi che ricordano, come Deanna che per giorni ha continuato a girare a pochi metri dalla recinzione di Alexandria.

Aaron aveva sentito parlare di altri tipi di zombi come quelli appena incontrati, soltanto che non li aveva mai visti prima. Ma proprio come dice Kang, questo non significa che non esistono e ora infatti i sopravvissuti ne hanno avuto conferma.

In conclusione si può dire che in qualche modo tutti i vaganti sono delle varianti di loro stessi, perché non tutti si comportano allo stesso modo e non solo quelli che compiono azioni umane. Adesso resta soltanto da capire il perché e forse i francesi saranno la chiave di tutto.

The Walking Dead 11 è visibile in streaming come da calendario delle uscite di Disney+, piattaforma in cui sono presenti anche tutte le prime dieci stagioni complete.

Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

The Walking Dead, una continuazione è possibile?

Leggi per scoprire cosa ha dichiarato l'autore di The Walking Dead sulla possibilità di riprendere il fumetto originale della storia.
Autore: Francesca Musolino ,
The Walking Dead, una continuazione è possibile?

I fan più appassionati del mondo di The Walking Dead non sono mai stanchi di apocalisse e zombie. Anche se la serie TV principale di The Walking Dead e l'omonimo fumetto sono ormai conclusi definitivamente, c'è ancora chi spera in un proseguimento della storia originale.

Per quando riguarda lo spettacolo televisivo, ci sono e ci saranno degli spin-off su The Walking Dead per colmare l'assenza dello show principale. Ma anche i consumatori dell'opera cartacea sperano in qualcosa del genere, per poter continuare a leggere le storie dei loro personaggi preferiti.

Sto cercando altri articoli per te...